Consigli per i giocatori di tornei dal vivo

By 2 febbraio 2016Poker

C’è una domanda che diversi giocatori mi rivolgono spesso: “Quale torneo di poker live mi consigli di giocare?” Rispetto a diversi anni fa l’offerta dei tornei si è moltiplicata e ormai ci sono eventi per ogni tasca e in ogni parte del mondo. Selezionare i tornei da giocare è quindi importante, soprattutto se si vuole investire bene il proprio denaro.882142_10200638671958427_242273962_oVoglio quindi darvi alcuni consigli per capire qual è il torneo di poker live più adatto a voi:

1 – Giocate tornei con montepremi garantiti interessanti
I migliori tornei di poker in termini di R.O.I.(ritorno di investimento), di solito sono quelli che fanno registrare più iscritti. A meno che non stiate giocando uno dei tornei più famosi, date preferenza ai tornei in cui gli organizzatori assicurano un montepremi garantito. Garantire un montepremi è segno di correttezza nei confronti dei giocatori: l’organizzatore in questi casi si fa carico di un rischio di impresa per garantire la qualità del torneo e dare un valore in più alla rake che i clienti versano. In un buon torneo di solito vengono premiati tra il 15% e il 10% dei partecipanti e il vincitore intasca non meno di 80-100 buy-in.

2 – Controllate sempre la rake che pagate
Ogni torneo ha la sua struttura e la sua durata. Fate sempre attenzione alla rake che state pagando. Se state giocando un torneo con struttura deep spalmata su più giorni, l’organizzazione dovrà ovviamente sostenere dei costi (location, dealer, etc..) e quindi versare il 10% di rake rispetto al buy-in è onesto. Se però dovete giocare un torneo turbo o addirittura hyper-turbo che finisce in un giorno o in appena alcune ore fate attenzione a quanta rake state versando. Ho visto recentemente che nel corso dello stesso festival la rake di alcuni tornei hyper-turbo, dalla durata di circa 4-5 ore, era uguale alla rake di tornei della durata di 4-5 giorni. Un aspetto che non ritengo affatto giusto. I tornei turbo e soprattutto hyper-turbo non sono battibili nel lungo periodo con una rake così alta e in fondo a trarre profitto da questa situazione sono solo le tasche degli organizzatori.

3 – Monitorate le spese di viaggio
Quasi sempre per poter giocare alcuni tornei bisogna mettersi in viaggio. Se quando giocate a Poker volete fare del vostro meglio per guadagnare dovete anche fare attenzione alle vostre spese. Prenotare il volo e la camera d’albergo con qualche mese di anticipo vi permetterà di risparmiare molto. Oppure trovarvi un buon amico con cui dividire la camera, che vi farà di dimezzare il costo dell’hotel oltre stare in compagnia. Inoltre se durante la vostra trasferta pokeristica volete anche fare altre attività (casinò, discoteca, ristoranti), destinate un budget in base alle vostre disponibilità e cercate di non superarlo.

4 – Lasciare la mancia è buon uso, ma non un obbligo
Quando giocate un torneo di solito pagate il 10% di rake + il 3% del prize pool del torneo viene detratto per coprire le spese di organizzazione. A fronte di questi numeri è lecito chiedersi se è giusto versare una mancia in seguito alle nostre vincite o no. Se la vostra trasferta è stata profittevole e siete contenti del servizio che vi è stato offerto (rake, atmosfera, dealer,etc) è buon uso lasciare anche una piccola mancia, ovviamente relativamente alla vincita conseguita.
Se vostra trasferta pokeristica non è stata economicamente positiva e vi viene chiesto se volete lasciare una mancia per un piazzamento a premi che avete raggiunto, avete tutto il diritto di rifiutare perchè, nella maggior parte dei casi, avete già pagato un abbondante 13% di rake effettivo.

Leave a Reply